Il vino siciliano presente in 60 paesi, un business da 250 milioni

QUADRO NEWS.pngQuasi il 60 per cento del fatturato vitivinicolo delle aziende siciliane è frutto di esportazioni all’estero. “La vendemmia 2011, protagonista della nona edizione di Sicilia en Primeur, conferma l’ulteriore innalzamento qualitativo delle nostre produzioni e contemporaneamente la loro capacità di mantenere un volto tutto siciliano che piace anche all’estero”, dice Antonio Rallo, presidente di Assovino che…

ieri ha  partecipato alla chiusura della manifestazione “vetrina” del vino dell’Isola.

I vini siciliani, secondo un’indagine Assovini, sono distribuiti in oltre 60 paesi, per un fatturato di circa 250 milioni di euro annui (e il 58 per cento arriva da fatturato all’estero). Il 44 per cento delle aziende conduce un’attività di sperimentazione in vigna e il 50 per cento dei produttori è interessato alla produzione di varietà antiche, tra cui Nocera, Vitrarolo e Alzano. Il 39 per cento produce vino da uva biologica e un ulteriore 33 per cento si dice disposto a farlo in futuro.

Fonte: repubblica.palermo.it