Palermo, ballottaggio amministrative 2012: a breve lo spoglio

palermo,turismo,news,notizie,sicilia,estate,mare, politicaCi siamo, fra pochi minuti inizierà lo spoglio per determinare chi sarà il nuovo sindaco di Palermo. Chi vincerà? L’esperienza di Orlando o l’entusiasmo del giovane Ferrandelli?
In Sicilia si spera in un secondo turno meno caotico di quello che ha portato al ballottaggio Leoluca Orlando e Fabrizio Ferrandelli nella città di Palermo, dopo il caos…

legato all’interpretazione della legge elettorale regionale. Una sfida tutta interna al centrosinistra, che vede uno contro l’altro l’esponente dell’Idv Orlando, già primo cittadino del capoluogo siciliano negli anni passati, conosciuto anche come l’uomo della Primavera palermitana, e un giovane come Ferrandelli, che ha invece abbandonato il partito di Antonio Di Pietro, diventando il candidato di Pd e Sel dopo la vittoria alle contestatissime primarie.

A dispetto di altre città siciliane, dove si sono formate alleanze inedite ed appoggi elettorali a seguito degli esiti del primo turno, a Palermo non ci saranno apparentamenti: Orlando resta con il sostegno di Italia dei Valori e Federazione della Sinistra, e come ha sottolineato ieri Antonio Di Pietro, ‘non farà accordi sottobanco né voti di scambio‘, mentre Ferrandelli potrà contare, oltre che sui già citati Partito Democratico e Sinistra e Libertà, sull’appoggio di alcune liste civiche. ‘Rispetto la parola data: nessun apparentamente tecnico per avere qualche consigliere comunale in più‘, ha dichiarato il giovane bancario, che dovrà recuperare consensi contro il rivale, diventato a sorpresa favorito alla poltrona di primo cittadino di Palermo, dopo l’esito del primo turno.

Da parte sua Orlando tradisce una certa sicurezza, sentendosi in tasca la vittoria, forte del suo 47% con cui ha sbaragliato i rivali al primo turno delle amministrative, e parla già di ‘un risultato straordinario‘. In caso di vittoria di Orlando, l’Italia dei Valori risulterebbe essere il primo partito a Palermo, e grazie al premio di maggioranza otterrebbe trenta seggi al Consiglio comunale. Ma Ferrandelli, benché soltanto al 17%, non ha intenzione di arrendersi, e si gioca il tutto per tutto per ribaltare i pronostici della vigilia: un risultato difficile ma non impossibile, come dimostrano alcuni esempi del recente passato. Riuscirà Ferrandelli a sovvertire i risultati del primo turno? Oppure Orlando diventerà sindaco di Palermo per la terza volta? Ancora poche ore e sapremo.