Abbronzatura, qualche consiglio per migliorarla

palermo,turismo,news,notizie,sicilia,estate,mare, saluteIn questi giorni di grande calura, molti saranno coloro che scappano dalle città roventi per una scampagnata la mare o in montagna. Ma come approfittare al meglio del poco tempo a disposizione ed ottenere un’abbronzatura migliore? Ecco una serie di regole per ottenere una abbronzatura invidiabile e il più sicura possibile. Iniziamo precisando che esistono due tipi di raggi ultravioletti emessi dal sole: gli UVB sono responsabili delle “scottature” solari mentre gli UVA causano il photoaging.

Pultroppo entrambi accrescono fortemente il rischio di cancro della pelle e pertanto vanno schermati il più possibile utilizzando adeguati filtri, contenuti nelle creme solari.L’esposizione solare, tuttavia, non ha solo effetti negativi: ha un ruolo importante, per esempio, nella sintesi di vit.D nella pelle e nella protezione, quindi, del rachitismo e dell’osteoporosi. Per trarre il miglior beneficio dall’esposizione solare senza correre inutili rischi per la salute à sufficiente seguire le poche semplici regole riassunte in questo decalogo. Utilizzare prodotti solari appropriati per evitare arrossamenti ed eritemi, prevenire il photoaging e proteggere la pelle da danni più gravi. L’ora e il luogo nei quali esporsi ai raggi del sole sono fattori molto importanti poiché da questi dipende l’indice di protezione da utilizzare. Scegliere il prodotto solare in base al fototipo e alle condizioni ambientali (neve, mare, piscina, barca, ecc) chiedendo consiglio ad un esperto (erborista, farmacista, ecc.). Non rimanere esposti al sole troppo a lungo anche se si utilizza un prodotto per la protezione solare. Evitare l’esposizione nelle ore più calde (11.00-15.00) ricordando che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dai raggi UV. Attenzione a non scottarsi mai e, quando il sole è a picco, indossare T-shirt, cappello e occhiali da sole. Tenere i neonati e i bambini piccoli lontani dalla luce diretta del sole e proteggerli sempre con maglietta e berretto. Applicare il prodotto solare prima di ogni esposizione al sole: il fatto di essere abbronzati non costituisce una protezione sufficiente. Nelle zone più sensibili come labbra, naso o spalle, è conveniente usare sempre una crema abbronzante con alto incide di protezione. È anche necessario coprire le cicatrici e macchie della pelle con una protezione speciale. Applicare una dose sufficiente di crema solare e rinnovare l’applicazione dopo il bagno e dopo aver sudato molto. La quantità adeguata per tutto il corpo corrisponde a circa 6 cucchiaini da tè di prodotto. Proteggere la pelle con un solare “water resistant” anche durante il bagno in mare o in piscina. Preferire prodotti solari con filtri UVA e UVB. * Non dimenticare bere molto acqua per evitare la disidratazione. Si ricorda inoltre di prendere in considerazione l’altitudine: i raggi sono più intensi a maggiore altitudine perché c’è meno atmosfera per filtrare l’ energia dei raggi solari; se la tua abbronzatura è soggetta a tali raggi solari cerca prodotti con SPF maggiore di 15 e diminuire il tempo di esposizione al sole. Infine ricordarsi di abbronzasi a poco a poco: il primo giorno generalmente si producono la maggior parte delle scottature, per questo che bisogna prendere il sole in sessioni di cinque minuti che si estenderanno a dieci minuti il secondo giorno. Il terzo giorno è il momento in cui la melanina stimolata durante i due giorni precedenti, riesce a raggiungere l’epidermide ma senza proteggerla ancora.

3bMeteo