Palermo, Comune chiede e ottiene autocompattatori confiscati a mafiosi

QUADRO NEWS.png15 autocompattatori confiscati ad una ditta ritenuta sotto il controllo del boss mafioso Francesco Lo Gerfo di Misilmeri saranno destinati alla raccolta dei rifiuti a Palermo.
Oggi ho infatti chiesto al Tribunale di Palermo di autorizzare l’utilizzo da parte del Comune dei mezzi posti in amministrazione giudiziaria da alcuni mesi, attualmente inutilizzati e custoditi a Misilmeri.

Il Dott. Fabio Licata della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale ha prontamente accolto la richiesta del Comune e la prossima settimana, dopo alcuni adempimenti burocratici, i mezzi saranno in servizio in città.

Il Dott. Fabio Licata della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale ha prontamente accolto la richiesta del Comune e la prossima settimana, dopo alcuni adempimenti burocratici, i mezzi saranno in servizio in città.

E’ ormai chiaro a tutti che persone con interessi criminali sono dietro l’aggressione che in questi giorni sta subendo la città e stanno subendo i cittadini; ricorrere all’utilizzo di beni confiscati alla mafia per fronteggiare questa emergenza è un modo per impedire affari criminali e per vanificare gli sforzi di quanti stanno attaccando la città per poter lucrare sull’economia dell’emergenza.

Lo scrive il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, attraverso la pagina ufficiale Facebook del Comune di Palermo.

Palermo, Comune chiede e ottiene autocompattatori confiscati a mafiosiultima modifica: 2012-08-10T15:42:00+02:00da football12
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento